La Varia di Palmi Patrimonio Immateriale dell’Umanità

“Representative List of the Intangible Cultural Heritage of Humanity” da noi conosciuto come “Patrimonio Intangibile dell’Umanità” è l’elenco dei beni che l’Unesco vuole preservare perché rappresentano antiche tradizioni che spesso non hanno una codificazione “scritta” ma sono tramandate oralmente nel corso delle generazioni.

Il carro della Varia

Da oggi in questo elenco troveremo anche la Varia di Palmi, festa popolare e cattolica in onore di Maria Santissima della Sacra Lettera, che si svolge ogni anno l’ultima domenica di Agosto, quest’anno ad assistere all’evento c’era anche la commissione dell’Unesco giunti fin qui solo per avere la conferma della straordinarietà dello stesso.
La Varia è una grande macchina a spalla, sorretta da circa 200 Mbuttaturi (portatori), sulla quale trovano collocazione figuranti umani rappresentanti la Madonna, il Padreterno, gli apostoli e gli angeli.

I Mbuttaturi

La Madonna detta Animella si trova in cima al carro alto 16 metri, rappresentata da una bambina come personificazione dell’anima della Madonna che, abbandonate le sue spoglie, sale al cielo.
Testimoniano la storicità della Varia anche gli antichi detti popolari tra cui uno recita: «Li bellizzi su a lu Scigghju, janchi e russi a la Bagnara, li forzuti sunnu a Parmi chi si ‘mbuttanu la Vara» (Le bellezze sono a Scilla, bianchi e rossi a Bagnara Calabra, i forzuti sono a Palmi che trasportano la Varia).
Anche il ministro dei Beni e delle Attività culturali e il Turismo, Massimo Bray, ha espresso “viva soddisfazione” per l’iscrizione della Varia nella Lista Rappresentativa del Patrimonio Immateriale dell’Umanità dell’Unesco. Il riconoscimento, secondo il ministro, è una “significativa testimonianza della grande ricchezza e varietà del patrimonio culturale immateriale italiano, nonché efficace sostegno per la tutela e promozione di queste preziose realtà”.
Insieme alla Varia sono stati proclamati patrimonio dell’Umanità anche la Macchina di Santa Rosa, i Candelieri di Sassari e i Gigli di Nola.

Sul sito www.lavaria.it il video della proclamazione

Rispondi a La top 10 di eventi estivi da non perdere in Calabria Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>